statistiche accessi

x

...

Mercoledì è stato approvato il bilancio comunale 2023 più dagli aspetti mancanti che da quelli presenti. Questa volta non c’è la scusa della brevità di tempo a disposizione dello scorso anno e quindi la sua formulazione riflette meglio l’incapacità dell’Amministrazione Olivetti-Liverani di guardare al futuro.


...

Un bilancio tutta “fuffa”. Citiamo le parole del sindaco Olivetti -e del vicesindaco Pizzi, incredibile ma vero interviene anche lui ogni 3-4 mesi-, che hanno accusato l’opposizione di proporre “fuffa”. Invece, l’inconsistenza della maggioranza consiliare -zero interventi così come tutti gli assessori, eccetto brevi intermezzi di Pizzi, Bizzarri e Regine- si nasconde dietro l’affabulante retorica di Olivetti, una sorta di pifferaio politico dietro alla quale però emerge plasticamente una destra completamente allo sbando.


...

A Senigallia la difesa dell’ambiente non è di moda. L’Amministrazione di destra di Senigallia toglie la gratuità per parcheggio per le auto ibridi (acquistate da 2.200 famiglie senigalliesi), considerate “green”, il cui acquisto è incentivato anche dallo Stato



...

Venerdì 27 gennaio poco prima delle 15, orario previsto dal Regolamento regionale per il Congresso per la presentazione delle candidature alla segreteria regionale, presso la sede regionale del PD Marche di Ancona hanno presentato alla presenza dei Commissari per il Congresso regionale D’alessio Carlo e Tognazza Ilenia la propria candidatura alla segreteria regionale Michela Bellomaria producendo 447 sottoscrizioni e le linee politiche programmatiche e Chantal Bomprezzi con le sue 443 sottoscrizioni e le proprie linee politico programmatiche.


...

Non tutti sanno che a Senigallia potrebbe naufragare un altro evento. Mi riferisco al festival ‘Ventimilarighesottoimari in giallo”, una manifestazione nata e ideata a Senigallia che negli anni è andata sempre più affermandosi richiamando pubblico e conquistando anche le pagine della stampa nazionale.


...

Il sindaco Olivetti ed i quattro nani. Non stiamo parlando di una riedizione di una delle “Fiabe del focolare”, l'antologia di fiabe raccolte dai fratelli Grimm, ma, senza voler mancare di rispetto a nessuno, della dura realtà. Dopo un lunghissimo iter e tante polemiche tra i Comuni della provincia di Ancona, il 27 dicembre l’Assemblea ATA ha votato (35 a favore, 5 contrari ed un astenuto) per la costituzione di una azienda totalmente pubblica per la gestione unica dei rifiuti. Le cifre sono di primo piano: 1,2 miliardi di fatturato in 15 anni, assunzione (trasferimento) di 660 dipendenti, 60 milioni di investimento.


...

Si chiuderà ufficialmente mercoledì 1° febbraio e giovedì 2 febbraio (eventuale prosecuzione) la sessione bilancio 2023-2025 aperta ufficialmente dal Presidente del Consiglio, Massimo Bello, a metà gennaio con l’avvio dell’iter istituzionale ed amministrativo per l’esame della manovra finanziaria e di bilancio da parte delle Commissioni permanenti.




...

“Resto basito davanti alle parole pronunciate da Olivetti dopo l’ennesima giornata di passione causata dall’innalzamento dei livelli del Misa. Quando l’attuale sindaco e i rappresentanti della sua maggioranza erano all’opposizione, non facevano altro che puntare il dito sulla giunta comunale, rea, a loro dire, di non essere in grado di risolvere il problema del fiume.



...

E così tra domenica e lunedì 22-23 gennaio, a poco più di quattro mesi dal settembre scorso, la cittadinanza di Senigallia e anche parte degli abitanti delle valli Misa e Nevola sono rimasti con le pale in mano, le paratie pronte e l’angoscia dentro ad osservare e subire impotenti la terza allerta grave dopo l’alluvione gravissima.


...

Abbiamo appreso nei giorni scorsi, con grande piacere, della candidatura della nostra consigliera Chantal Bomprezzi a segretario regionale del Partito Democratico delle Marche. Siamo orgogliosi della sua scelta e che faccia parte del nostro gruppo consiliare, attivo assieme a Vola Senigallia, Vivi Senigallia e Diritti al Futuro in una strenua opposizione all’amministrazione Olivetti e alla destra a trazione FdI.


...

Ieri per l’ennesima volta Senigallia e i suoi cittadini hanno vissuto ore di ansia e terrore per la piena del fiume Misa. Dall’alluvione del 15 settembre, i senigalliesi hanno dovuto affrontare di frequente questa situazione e i sentimenti dei cittadini di rassegnazione, esasperazione e rabbia sono naturali.


...

C'è grande fermento nel Partito Democratico, non solo a livello nazionale ma anche regionale. L'appuntamento del Congresso Nazionale, che dovrà eleggere il nuovo segretario e il rinnovo delle varie cariche, coincide per le Marche anche con l'elezione di una nuova guida regionale, dopo il lungo periodo del commissariamento.







...

La messa in sicurezza del territorio e del comune di Senigallia colpiti dall’esondazione dei fiumi Misa e Nevola lo scorso 15 settembre al centro di un’interrogazione del consigliere Luca Santarelli. Il capogruppo di Rinasci Marche chiede con urgenza lumi alla Giunta regionale sulle azioni messe in campo fino a oggi. “Malgrado le continue sollecitazioni, non mi risultano che siano stati fatti lavori significativi – afferma – per mettere in sicurezza le aree colpite dall’alluvione dello scorso settembre. Il tempo passa e non possiamo rischiare una nuova tragedia.


...

Avendo appreso dalla stampa e dalle segnalazioni che mi sono pervenute da alcuni cittadini circa le ruspe in azione sul lungomare Mameli per la preparazione di un evento di motocross in spiaggia, mi sono sentita in dovere di presentare una interrogazione scritta a risposta orale per avere chiarimenti dall'assessore all'Ambiente Elena Campagnolo.


...

Due piste per il motocross sulla spiaggia per oltre un mese con un carico antropico di inquinamento da gas di scarico, manomissione dell’ambiente e del paesaggio costiero, possibili perdite di olii e carburanti, tracce lasciate dalle sgommate e rumore di motori roboanti, che c’entrano nel tratto più pregiato del litorale cittadino per la presenza della flora, della fauna dunale e di biodiversità?



...

Dopo la decisione del ministro dell’Interno Piantedosi, figlia del governo a trazione Fdi-Lega-FI (di cui anche la maggioranza regionale e senigalliese si fregiano di essere precursori come modello politico), di far attraccare le navi Ocean Viking e Geo Barents nel porto di Ancona dopo aver vagato per migliaia di km in mare aperto, si è giunti alla fase successiva, quella dell’accoglienza.