statistiche accessi

x

Superbonus, mozione del Pd. Mangialardi: “Il decreto legge approvato dal governo mette a rischio migliaia di imprese"

2' di lettura Senigallia 17/02/2023 - “Come nel resto d’Italia, anche nelle Marche cittadini e imprese saranno travolti dai nefasti effetti del decreto legge approvato in fretta e furia e nella notte dal governo Meloni che blocca definitivamente e con effetto immediato lo sconto in fattura e la cessione dei crediti d'imposta relativi al Superbonus e agli altri bonus edilizi.

Un atto di prepotenza che non tiene minimamente conto delle conseguenze economiche e sociali visto che non dà risposte circa i crediti incagliati. Solo nella nostra regione ammontano a oltre un miliardo di euro quelli bloccati per i lavori del Superbonus ristrutturazioni 110%: un fenomeno che riguarda ben 2 mila imprese e circa 3mila cantieri. Uno scenario apocalittico per un settore come quello dell’edilizia, che proprio grazie al Superbonus era riuscito a risollevarsi e ora, invece, rischia di trovarsi di fronte allo spettro del fallimento di migliaia di aziende. Tutto ciò, senza contare gli enormi disagi che si profilano all’orizzonte per le famiglie che avevano aderito al Superbonus attraverso la cessione del credito e adesso rischiano di subire il blocco totale dei lavori edilizi avviati nelle loro abitazioni”.

A dirlo è il capogruppo assembleare del Partito Democratico Maurizio Mangialardi.

“Consapevoli dei rischi sul comparto edilizio – spiega Mangialardi – proprio alcuni giorni fa avevamo depositato una proposta di legge a prima firma della consigliera Anna Casini che, sulla scia di quanto sta avvenendo in molte regioni d’Italia, comprese quelle governate dal centrodestra, consentiva agli enti locali di acquisire i crediti derivanti da Superbonus e bonus edilizi in genere rimasti sospesi. Una proposta che, ora, il decreto legge approvato dal governo, di fatto sterilizza togliendo speranza a cittadini e imprese. Ovviamente ci siamo attivati con i nostri parlamentari per tentare di modificare già dalla prima seduta in Parlamento il testo uscito dal consiglio dei ministri, ma sarebbe utile che tutte le forze politiche, comprese quelle della maggioranza che guidano la Regione Marche, facessero sentire forte e chiara la loro voce contraria a questo decreto legge ammazza-imprese. Purtroppo, a oggi, la giunta regionale e i partiti del centrodestra restano avvolti in un imbarazzante silenzio. Un silenzio molto significativo, ma soprattutto non neutro, perché va ad avallare la decisione presa dal governo. In tal senso, presenteremo una mozione in aula per impegnare il presidente e l’intera giunta ad assumere una posizione chiara su questo tema e ad attivarsi nei confronti del governo nazionale per una profonda revisione del decreto legge approvato”.



da Maurizio Mangialardi
capogruppo regionale PD





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2023 alle 12:39 sul giornale del 18 febbraio 2023 - 206 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve � https://vivere.me/dTe0





logoEV
logoEV
qrcode