statistiche accessi

x

Cosa offre Senigallia per il turismo familiare in inverno

3' di lettura Senigallia 03/11/2020 - Il 2020 non si può certo dire un monumento fortunato per l'industria turistica e ricettiva in nessun luogo del mondo, a maggior ragione ora che sta arrivando nella stagione fredda che porta con sé anche un importante aumento di contagi da nuovo Coronavirus.

Mettendo da parte per un attimo la negatività straordinaria di questi ultimi mesi, il problema della scarsa vivacità del turismo durante l'inverno a Senigallia non è una cosa del tutto nuova. Infatti, già parecchi anni fa avevamo dato voce a questo dibattito pubblicando le riflessioni del presidente di Assohotel sul differente approccio che le politiche del turismo locale dovrebbero avere fra il periodo estivo e quello invernale.

Senigallia è indiscutibilmente una delle località di mare più belle e organizzate della riviera marchigiana, con una spiccata vocazione per il turismo balneare che ogni estate è meta di vacanze per tanti turisti provenienti da tutta Italia e l'Europa intera. Famosissima è diventata la Spiaggia di Velluto, con l'adiacente lungomare molto ampio e delizioso per un soggiorno all'insegna del relax e del divertimento.

Ma questo non significa che Senigallia non sia una destinazione attraente anche durante i mesi invernali, anche con i più piccoli al seguito.

Tanto per cominciare, una tappa immancabile sia per gli adulti che per i bambini è la Rocca Roveresca risalente al 14º secolo. Nel 1970 la Soprintendenza istituisce nella Rocca un Museo dei Centri Storici delle Marche e Centro di Ricerche e Documentazione. La Rocca e il vallato che la circondano acquisiscono dignità di Bene Culturale, quindi nasce l’esigenza di conservarli e fruirli nella loro naturale sistemazione monumentale. Viene riconosciuta alla fortezza il ruolo di memoria della storia della città, della famiglia Della Rovere e delle sue genti. I bambini saranno entusiasti di scorrazzare nel verde e scoprire la vita e i luoghi medievali del castellani.

I bambini adoreranno anche perdersi nel colonnato del Foro Annonario in stile neoclassico, ove normalmente si tiene il locale mercato dei prodotti freschi. Oppure percorrendo i Portici Ercolani, tratto distintivo dell’urbanistica senigalliese del ‘700, sotto cui si tiene l’annuale Fiera Franca.

Benché sia fruibile dal pubblico in inverno solo per eventi privati su prenotazione, chiunque visiti Senigallia dovrà ammirare la famosa Rotonda a Mare: il simbolo per eccellenza della città, che la leggenda metropolitana ritiene che abbia dato l’ispirazione al noto brano ‘’una rotonda sul mare’’ cantata da Fred Bongusto. In realtà la canzone fu scritta dall’autore Franco Migliacci dalla rotonda che sorgeva sul lago a Passignano sul Trasimeno su ammissione dello stesso.

Stando ai consigli del sito SUPERBELLE.IT, la tranquillità della città e il suo clima piuttosto mite sono l’ideale punto di partenza per esplorare il litorale marchigiano. I chilometri da passeggio saranno molti, per cui è fondamentale una buona attrezzatura per quando i bimbi saranno stanchi di camminare: un buon passeggino ultraleggero, o un ergonomico marsupio per neonato, saranno l’ideale per godere tutti insieme del panorama marino.






Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2020 alle 11:59 sul giornale del 03 novembre 2020 - 83 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bAB7