statistiche accessi

x

Condannato a sei mesi lo spacciatore arrestato, torna però "libero" a Ostra Vetere

carabinieri senigallia 2' di lettura Senigallia 06/09/2018 - E' stato convalidato l'arresto dell'extracomunitario fermato per spaccio di droga, nei pressi dei Giardini Morandi, mercoledì pomeriggio.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, coordinati dal maggiore Cleto Bucci, avevano arrestato mercoledì lo spacciatore che nascondeva la droga nelle mutande. Recuperati 50 grammi di marijuana e 320 euro provento dell’attività di illecita. Si tratta di un 38enne originario del Gambia, arrivato in Italia nel 2016, “richiedente asilo” e pertanto in attesa dell’espletamento dell’iter procedurale, ospite di una cooperativa presso una struttura sita a Ostra Vetere.

Mercoledì pomeriggio, i Carabinieri, appostati in abiti borghesi ai giardini Morandi, hanno notato l’uomo che andava avanti e indietro nella piazza, dove si incontrava velocemente con giovani della zona o altri stranieri di colore. Dopo poco, i militari hanno assistito alla cessione di qualcosa e sono intervenuti. Il presunto acquirente è riuscito a far perdere le tracce mentre il 38enne dopo essersi dato alla fuga a gambe levate, al termine di un rocambolesco inseguimento sul lungomare, è stato raggiunto e bloccato. L’uomo, nel tentativo di evitare il controllo, ha opposto resistenza ai militari operanti strattonandoli e spintonandoli, ma l’arrivo di un’altra pattuglia del Nucleo Radiomobile di rinforzo, lo ha reso inoffensivo.

Lo stesso accompagnato in manette in caserma è stato sottoposto a perquisizione. Nelle mutande nascondeva 11 piccoli involucri di cellophane contenenti complessivamente 50 grammi di “marijuana”, mentre nella tasca dei pantaloni la somma in contanti di 320 euro in banconote da 10 e 20 euro ed un telefonino. Il narcotest ha poi confermato che si trattava di “Cannabis sativa”. La droga, il denaro ed il telefonino rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. L’extracomunitario è stato pertanto dichiarato in arresto per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a Pubblico ufficiale. I gestori della struttura hanno preso le distanze dal gambiano e non lo hanno accettato gli arresti domiciliari.

Il 38enne ha trascorso la notte nella caserma di Via Marchetti. Giovedì mattina il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto ed al termine dell’udienza con rito direttissimo ha pronunciato sentenza di condanna dell’imputato alla pena di 6 mesi di reclusione disponendo la confisca di quanto in sequestro, senza l’applicazione di misure cautelari personali.






Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2018 alle 16:06 sul giornale del 07 settembre 2018 - 5009 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aX9f





logoEV
logoEV
logoEV