statistiche accessi

x

Ostra Vetere: Patto, 'Ristabiliamo la verità con i fatti'

patto per ostra vetere 1' di lettura 03/10/2013 - Il 22 gennaio 2013 entra in carica il Commissario, Dott. Mario Gabriele Perpetuini (attualmente Vice Prefetto Vicario) nominato dal Prefetto di Ancona a gestire il Comune di Ostra Vetere fino alle elezioni (26 maggio 2013).

In aprile, il Commissario prefettizio approva il Conto Consuntivo del 2012 e a maggio approva il Bilancio di previsione del 2013, in base alla legge, con tutti gli allegati contabili, comprese le Relazioni dei Revisori dei Conti, che certificano e danno il loro parere favorevole a due atti fondamentali: la programmazione e la rendicontazione contabile-amministrativa.

In nove anni di Amministrazione Bello, né i Revisori, né la Corte dei Conti hanno mai rilevato illeciti e illegalità contabili.

Il 27 maggio entra incarica il Sindaco Memè e la sua maggioranza, che, dopo appena tre mesi, dichiarano ufficialmente in Consiglio Comunale e sulla stampa, che esiste un "buco", accusando di fatto anche il Commissario del Prefetto, Dott. Perpetuini, di aver nascosto di fatto un disavanzo e un “danno contabile” alle Casse comunali, nonostante egli abbia approvato il Conto Consuntivo 2012 e il Bilancio di previsione 2013, certificando i conti in ordine del Comune.

A questo punto, le dichiarazioni del sindaco Memè, del vice sindaco e assessore al Bilancio Luigina Brocanelli sono fatti molto gravi. Gravissimi perché di fatto metterebbero in dubbio il ruolo, le competenze e la funzione del Commissario prefettizio, dei Revisori dei Conti e degli Uffici comunali, accusandoli di aver coperto gravi reati, inadempienze ed illeciti.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2013 alle 20:11 sul giornale del 04 ottobre 2013 - 1002 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/SC3





logoEV
logoEV
logoEV