statistiche accessi

x

Santà: Bello e Olivetti rispondono al Pd, 'Si difende l'indifendibile'

3' di lettura Senigallia 08/09/2010 -

“Ad onor del vero, ci aspettavamo l’intervento dei massimi vertici della sanità regionale per fare un po’ di chiarezza sulla situazione sanitaria locale. Invece, e non è una coincidenza, dobbiamo registrare l’intervento dei massimi vertici regionali del Partito Democratico, che puntualmente incombono sul dibattito che, in queste settimane, sta tenendo banco nella nostra Zona per difendere l’indifendibile.”



A parlare sono Massimo Bello e Massimo Olivetti, rispettivamente Sindaco di Ostra Vetere e di Ostra, a proposito dell’intervento dei Consiglieri Regionali del PD, Busilacchi e Badiali, e della Senatrice del PD, Silvana Amati, i quali, secondo Bello e Olivetti, “continuano a fare ancor di più confusione visto che proprio qualche giorno fa in una riunione a Senigallia della Conferenza dei Capigruppo, stando alle cifre riferite da Franco Pesaresi, l’assegnazione delle risorse al budget aziendale della nostra Zona territoriale, per il 2010, è rimasta pressoché invariata rispetto al 2009. Quindi, nessun taglio pesante, da parte della Finanziaria estiva del Governo nazionale, ma una riconferma delle risorse assegnate al Fondo sanitario.”

“L’unica cosa, al contrario, che registriamo – aggiungono i due Sindaci -. è che l’intervento degli esponenti del PD crea sempre confusione e sconcerto perché si continua ancora, con dichiarazioni eclatanti, che dopo qualche ora vengono puntualmente smentite, a non chiarire affatto quanto stia accadendo nel nostro territorio. Un circolo vizioso, insomma, che non ha mai fine, solamente perché c’è chi vuol continuare a negare l’evidenza.”

“Ciò conferma, ancora una volta, lo stato confusionale e schizofrenico di chi vuole ancora perseverare – proseguono Bello e Olivetti - in una logica, che non aiuta a far emergere la verità, ma crea più dubbi, più interrogativi e allontana la verità dei fatti dalla realtà. Non possiamo più assistere a questo spettacolo indecoroso, in cui a pagarne le conseguenze sarà ancora il nostro territorio. Siamo alla follia pura.”

“Invece di continuare a difendere – continuano Bello e Olivetti - una situazione che va, una volta per tutte, purificata, Pesaresi, Amati, Busilacchi, Badiali, Ruta e Mezzolani dicano un chiaro no alla trasformazione dell’Ospedale di Senigallia in un satellite di quello di Torrette ed invitino, poi, Mangialardi a cambiare il documento proposto ai Sindaci della Valle del Misa e del Nevola. Invece di difendere il neo Direttore di Zona, vengano a confrontarsi pubblicamente e revochino l’incarico a Pesaresi. Invece di disertare assemblee pubbliche organizzate per affrontare la questione della sanità locale, abbiano il coraggio di dire la verità.”

“Noi continueremo a batterci perché le strutture sanitarie ed i servizi di questo territorio siano riqualificati, potenziati e migliorati. E lo faremo perché abbiamo la certezza che qualcuno voglia declassarle. In tutto questo, non possiamo accettare che il nostro comprensorio venga considerato di serie B, mentre tutti gli altri vanno avanti solo perché hanno qualche santo in paradiso.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2010 alle 00:37 sul giornale del 08 settembre 2010 - 613 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra vetere, massimo bello, massimo olivetti, comune di ostra vetere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bTA





logoEV
logoEV
logoEV