statistiche accessi

x

Castelleone: opposizione, gli atti dimostrano la variazione del testo del regolamento

mario cuicchi 2' di lettura 13/08/2010 -

Il Movimento “Insieme per Castelleone” replica al gruppo consigliare di maggioranza che si ritiene indignato dalla nostra dichiarazione sul voto di astensione alle prossime sedute consiliari al punto: ‘Approvazione verbali sedute precedenti’.



Il nostro comportamento deriva dal fatto che nella delibera di consiglio comunale n. 8 del 09/04/2010 ad oggetto “Regolamento per l’applicazione della tassa per lo smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani interni ed equiparati”, al comma 6 dell’art. 2, è stato omesso un “NON”, stravolgendo completamente il senso dell’articolo stesso e, anzi, inverte il campo di applicazione degli sconti da applicare alla tassa rifiuti. La nostra osservazione e la nostra accusa all’amministrazione comunale non intendeva assolutamente ledere la dignità e l’onestà dei dipendenti comunali, che crediamo, non si sarebbero mai assunti la responsabilità di modificare il testo di un atto, dopo che esso è stato adottato dal Consiglio Comunale, se non “chiesto” dal sindaco stesso.

Risulta infatti impossibile parlare anche di refuso di stampa perché i dipendenti comunali non trascrivono più da tempo gli atti a macchina ma utilizzano da anni quello “strano aggeggio informatico” che si chiama computer e che memorizza le proposte di deliberazione compresi i suoi allegati in modo da evitare proprio gli errori e i refusi (che tra l’altro verrebbero controllati anche in consiglio), ma forse la maggioranza ancora non conosce la potenza e l’efficacia di questi “infernali” e moderni mezzi tecnologici! Quindi, di cosa dobbiamo parlare?

Gli atti che abbiamo in mano, dimostrano l’avvenuta variazione del testo del regolamento rispetto a quello discusso in consiglio comunale. Non si tratta, pertanto, di notizie false che ingannano l’opinione pubblica, come la maggioranza ci accusa e non ci sono altre verità nascoste, come pure sostiene. E questa non è stata neanche l’unica volta in cui ci siamo trovati di fronte a “ritocchi” degli allegati alle deliberazioni. Il compito dei consiglieri di minoranza è proprio quello di controllare gli atti e di spronare l’amministrazione a fare scelte il più possibile condivise considerando anche il fatto che a Castelleone di Suasa la maggioranza è solo consigliare perché alle elezioni amministrative del 2009 il Sindaco ha ottenuto 499 voti mentre le altre liste che si sono presentate al voto, contro lo stesso Sindaco uscente, ne hanno ottenuti 698.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2010 alle 16:31 sul giornale del 14 agosto 2010 - 655 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, insieme per castelleone, politica, mario cuicchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bed