statistiche accessi

x

L'opposizione urla: giunta colpevole!

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
I promotori del movimento politico e culturale “La città è nostra” riflettono sull'attuale situazione politica senigalliese: da un lato le delusioni di Forza Italia, dall'altro le colpe della Giunta Comunale.

da Claudio Marcantognini
La Città è Nostra


I promotori del movimento politico e culturale “La Città è Nostra” esprimono la loro delusione per quanto avvenuto in Forza Italia.
All’interno di quello che potenzialmente potrebbe essere il maggior partito dell’opposizione sembra abbia prevalso un gruppo minoritario, che ha determinato, volutamente o meno, la soddisfattissima Luana Angeloni. La Sindaco di Senigallia infatti si è sempre adoperata con azioni molto concrete per dividere le opposizioni e per mettere in contrapposizione tra loro gli esponenti di maggior spicco della Casa Delle Libertà.
Poiché gli attuali dirigenti di Forza Italia non sembrano voler fare opposizione decisa, in sintonia con AN e UDC, “La Città è Nostra” ha deciso di meditare sul processo di avvicinamento al mondo partitico locale. Il nostro Movimento, che da mesi raccoglie e cerca di dare un senso unitario alla diffusissima contestazione esistente nella città contro la Giunta Angeloni, continuerà ad ascoltare la gente ,a battersi sui giornali, a promuovere dibattiti ed iniziative politiche, contro una giunta colpevole di una serie infinita di atti irresponsabili e di progettazioni addirittura megalomani.
La colpa, come già detto, è da ascriversi a Forza Italia, nella persona del suo Commissario Provinciale Paolo Pelosi, che non organizzando, come più volte era sto promesso, il congresso comunale, ha di fatto determinato uno strappo all’interno del partito di difficilissima risoluzione mettendo il partito in mano ad un commissario che altro non è che un burattino nelle mani del Consigliere Cicconi Massi.
Purtroppo il livello è questo: si flirta, ma non ci si oppene minimamente ad una amministrazione che ha gettato nell’angoscia i cittadini. Di cose sbagliate la giunta ne ha fatte, e qui di seguito ne riporto un breve elenco, ma l’unica voce di opposizione a tutto ciò siamo stati, immodestamente, noi: dalla ridicola gestione della pista ciclabile sul lungomare di levante all’altrettanto ridicola programmazione di tutti i lavori pubblici che hanno trasformato una stazione balneare in un cantiere perenne; alla dissennata trovata delle vendite delle superfici dei PEEP, finalizzate alla copertura di un buco di bilancio di quattro miliardi, al braccio di ferro con la Edra costruzioni per la progettazione del piano d’area della Sacelit Italcementi, argomento su cui addirittura è stato acceso un mutuo per pagare l’arch. Guerri per la realizzazione di un ulteriore progetto antagonista, e così via fino al recentissimo scandalo della sabbia portata in discarica, senza che per anni l’assessore al ramo si accorgesse. E non abbiamo parlato dei progetti che tolgono il sonno ai cittadini come la variante dei lungomari, il Sio, la variante del PTC (che sarebbe una specie di circonvallazione), il piano cervellotico di Cervellati sul centro storico.
Una opposizione vera non c’è mai stata e non ci sarà sicuramente visto che il neo commissario di Forza Italia ha invocato un’opposizione non urlata e buonista, proprio in un contesto in cui si riscontrano tutte le caratteristiche di un regime assoluto.
Abbiamo scritto solo per far sapere ai cittadini come si svolgono veramente le cose all’interno del Palazzo. Se Forza Italia con AN ed UDC non vogliono fare opposizione affari loro, noi siamo liberi di continuare a non fare politica politicante e opporci a questa giunta con tutte le nostre forze. Anche urlando!





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 aprile 2004 - 1554 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV
logoEV